Il recupero ambientale delle cave: un vincolo spesso disatteso

Autore: Umberto Fantigrossi
Tribunale amministrativo regionale per il Veneto, IV, n. 523 del 18 marzo 2024. L’obbligo di ripristino ambientale contenuto nell’autorizzazione all’escavazione di una cava non si prescrive. L’inosservanza di detto obbligo determina un’alterazione del territorio che permane fino a quando non viene rimossa e costituisce un fatto illecito amministrativo. In forza del combinato disposto degli artt. 14 e 25 della L.R.V. n. 44/1982 compete in via esclusiva alla Giunta regionale l’adozione dei provvedimenti finali (declaratoria di estinzione della cava ovvero intimazione all’esecuzione delle opere necessarie a soddisfare gli obblighi di ricomposizione), non essendo consentito ai funzionari regionali incaricati del sopralluogo di condizionare il rilascio del decreto di estinzione alla prestazione di una garanzia finanziaria non prevista dalla legge. ** ** La…

Antenne per la telefonia: complesso il bilanciamento tra ambiente e telecomunicazioni

Autore: Umberto Fantigrossi
Anche in caso di impugnazione di titoli autorizzatori relativi a stazioni radio base assumono rilievo i principi resi dall’Adunanza Plenaria n. 22 del 2022 per cui il criterio della vicinitas, non vale da solo ed in automatico a soddisfare anche l’interesse al ricorso, essendo necessario che sussista lo specifico pregiudizio derivante dall’intervento di trasformazione territoriale che si assume illegittimo. È necessario che il limite o il divieto posto dall'ente locale in sede di regolamento ex art. 8, comma 6, l. n. 36/2001 non impedisca la capillare distribuzione del servizio all'interno del territorio: deve, quindi, esservi un equo contemperamento tra l'interesse urbanistico perseguito dal Comune e l'interesse alla piena ed efficiente copertura di rete. La specificazione dei siti è ammessa dalla…

Intelligenza artificiale nella PA, non ripetiamo vecchi errori: ora norme ad hoc

Autore: Umberto Fantigorssi
Intelligenza artificiale nella pubblica amministrazione. Il presupposto di questo tema è che ci sia una specificità della problematica nell'introduzione di questa tecnologia nella pubblica amministrazione. La riflessione al riguardo deve partire dall’esigenza di evitare gli  errori che hanno caratterizzato il rapporto fra le nuove tecnologie e la pubblica amministrazione, non da adesso, ma almeno dalla metà del secolo scorso. Oggi si ha l'impressione di affrontare una tematica, come questa, di grande novità, come se non ci fosse nulla alle nostre spalle, ma in realtà le tecnologie dell'informazione e dell'informatica sono disponibili alla pubblica amministrazione, come all'intera società, direi dalla metà del secolo scorso. Ricordo che nel Rapporto del ministro Giannini del 1979 già si parlava di sistemi informatici che potessero…

Incarichi legali degli Enti: sono tante le forzature sulle “incompatibilità”

Autore: Umberto Fantigorssi
SPESSO LE AMMINISTRAZIONI LOCALI IMPONGONO “PALETTI” CHE FINISCONO PER DANNEGGIARLE. Si sta diffondendo nei Comuni e in molte altre pubbliche amministrazioni la prassi di disciplinare con propri regolamenti l’affidamento degli incarichi difensivi e in questo ambito anche il regime delle incompatibilità e dei conflitti di interesse. Si tratta di problematiche certamente delicate ma che, proprio per questo, richiedono un approccio equilibrato e soprattutto rispettoso dei principi della materia e tale da non produrre incertezza e conflitti tra diverse fonti del diritto, producendo più danni che vantaggi sia per gli avvocati sia per le P. A. Si comprenderà meglio cosa si intende con questa affermazione generale partendo da un recente caso concreto. Un importante Comune capoluogo di provincia intendeva conferire un…

Appalti e stampa, un binomio da mantenere

Autore: Umberto Fantigrossi
Si profila all’orizzonte un totale trasferimento alle piattaforme digitali della pubblicità obbligatoria nel settore degli appalti pubblici. Avvisi di gara, bandi, aggiudicazioni, che tradizionalmente avevano un’amplissima diffusione, non solo presso le imprese e gli addetti ai lavori, ma anche nei confronti dell’intera collettività, proprio attraverso gli estratti pubblicati sui principali quotidiani a diffusione nazionale (e su almeno due a diffusione locale nel luogo ove si eseguono i contratti), verranno a breve ad essere conoscibili solo attraverso la consultazione di banche dati e siti web, prevalentemente pubblici. Certo il progresso tecnologico non solo lo consente, ma sembra anche renderlo un fattore di modernizzazione del sistema, con vantaggi certi in termini di costi. Se però si osserva la questione con riguardo alla…

Premiare le imprese positive, il caso della Calabria

Autore: Umberto Fantigrossi
Non è solo un caso che l’assemblea annuale di Confindustria che si è tenuta a Roma qualche settimana fa avesse come tema “Impresa, lavoro e democrazia: la strada della Costituzione”. Le ragioni di fondo di questa scelta le ha ben illustrate il presidente Carlo Bonomi che ha invocato la democrazia come valore universale e la nostra carta costituzionale come stella polare anche delle imprese. Il Presidente Mattarella in quella stessa assise di imprenditori ha richiamato il legame tra economia e democrazia, indicando le aziende come agenti di libertà, al centro di un sistema di valori, non soltanto economici. Parole alte e giuste, che però ascoltate dai territori del sud Italia, rischiano di assumere la valenza della retorica e della pia…

La privacy come alibi delle Pa che negano la trasparenza: bilancio a 10 anni dal “codice”

Autore: Umberto Fantigrossi
Si è tenuto martedì scorso a Firenze, per iniziativa della Fondazione Cesifin- Alberto Predieri, un importante convegno che ha posto il tema se, trascorsi dieci anni dal varo del decreto legislativo n. 33 del 2013 che ha riordinato la disciplina dell’accesso civico e degli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni, il nostro paese sia effettivamente diventato più trasparente. Al tavolo dei relatori il ghota della giustizia amministrativa, a partire dal Presidente del Consiglio di Stato Luigi Maruotti e del Garante per la protezione dei dati personali con il Presidente Pasquale Stanzione, la Vice Ginevra Cerrina Feroni e il segretario generale, magistrato amministrativo, Fabio Mattei. Nella prima relazione introduttiva la prof. ssa Margherita Ramajoli ha…

Si amplia l’accesso alla giustizia amministrativa per associazioni e comitati

Autore: Umberto Fantigrossi
Consiglio di Stato, V, n. 7952 del 25 agosto 2023, Pres. Caringella, Est. Santini. Omissis Spa – Comitato Omissis e altri. Al fine della legittimazione al ricorso dei comitati d’occorrenza o spontanei sono sufficienti i requisiti della finalità statutaria e della stabilità organizzativa, associativa e territoriale, non risultando altresì necessario quello della stabilità temporale. ** ** Oggetto del ricorso introduttivo del giudizio sono stati gli atti relativi all’approvazione e al finanziamento del progetto dell’impianto filoviario che dovrà collegare la località di Montesilvano alla città di Pescara. Opera che si sviluppa per la maggior parte del tragitto sulla cd. Strada-Parco, vale a dire l’ex tracciato ferroviario dismesso dalla fine degli anni ’80. La principale doglianza degli oppositori riguardava il difetto di…

Bonifiche: proprietario incolpevole senza obbligo di messa in sicurezza d’emergenza

Autore: Umberto Fantigrossi
Consiglio di Stato, IV, n. 7072 del 19 luglio 2023, Pres. Carbone, Est. Monferrante. Omissis – Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – Regione Marche e altri. In materia di bonifica, il proprietario del sito, non responsabile della contaminazione, è tenuto soltanto al rimborso delle spese relative agli interventi effettuati dall’autorità competente nel limite del valore di mercato del sito, determinato dopo l’esecuzione di tali interventi e ciò vale sia con riferimento agli obblighi di bonifica che con riguardo alle misure di messa in sicurezza di emergenza. Oggetto del giudizio sono stati i provvedimenti che prescrivevano alla società ricorrente la messa in sicurezza d’emergenza (MISE) e la successiva bonifica dei terreni di competenza e della falda,…

Il buon procedimento amministrativo per la prevenzione dei conflitti ambientali

L’avv. Umberto Fantigrossi ha tenuto una relazione a Milano, lo scorso 18 ottobre 2023, presso il Palazzo di giustizia, nell’ambito del Corso di Formazione per avvocati esperti in Diritto ambientale organizzato dalla Commissione ambiente dell’Ordine degli avvocati. Qui lo schema dell’intervento dal titolo “Il buon procedimento amministrativo per la prevenzione dei conflitti ambientali”.   > SCARICA IL PDF

Contatti

FANTIGROSSI STUDIO LEGALE

sede di MILANO

PIAZZA BERTARELLI N.1
20122 MILANO
TEL. 02.86450084 - FAX 02.867613
studiolegale@fantigrossi.it

FANTIGROSSI STUDIO LEGALE

sede di PIACENZA

LARGO MATTEOTTI, n.7 – PALAZZO BORSA
29121 PIACENZA
TEL. 0523.336694 - FAX 0523.335956
piacenza@fantigrossi.it

Seguici

© 2024 Fantigrossi Studio Legale - P.Iva/C.F.: 00406130336 - Privacy Policy