T.A.R. Lombardia – Milano, sez. II, sentenza n. 5802 dell’ 12/11/2004: concetto giuridico di ambiente e legittimazione ad agire delle associazioni ambientaliste

Pubblicato: 19 Ottobre 2008

1. Associazioni ambientaliste – Legittimazione ad agire – Concetto giuridico di ambiente.
2. Associazioni ambientaliste – Legittimazione ad agire – Duplice accertamento – Necessita.

1. Il favor legislativo (art. 18, quinto comma della legge n. 349 del 1986) che legittima le associazioni ambientaliste ad agire in giudizio per la tutela dell’ambiente non può essere considerato intermini assoluti. Pertanto, individuato in senso restrittivo il concetto di ambiente – riferibile alla tutela di interessi tipicamente naturalistici, connessi alla salvaguardia della salute umana e delle condizioni di salubrità del contesto materiale, valori di rango più che primario, (art. 32, primo comma) – la legittimazione delle associazioni di cui agli artt. 13 e 18 della legge n. 349 del 1986, è: sussistente limitatamente a detto ambito; esclusa avverso gli atti aventi efficacia in ambiti adiacenti ma funzionalmente estranei all’ambiente come sopra delimitato (C.d.S. sentenza n. 278 del 1998, sez V, Tar Lombardia – Brescia, sentenza n. 10 del 1993)
2. Sussiste il dovere del giudice di accertare caso per caso la legittimazione ad agire delle associazioni in questione: se si pervenisse sic et simpliciter alla conclusione che il carattere ambientalistico di un’associazione (ex art. 13) escluda la sussistenza in capo alla stessa della legittimazione ad agire avverso provvedimenti incidenti su interessi di natura diversa da quelli ambientali strettamente considerati, risulterebbe automaticamente recessiva ogni valutazione giudiziale attinente l’esistenza di un eventuale concreto collegamento delle suddette formazioni sociali con i restanti beni della vita oggetto dell’azione amministrativa. Nella fattispecie (Progetto esecutivo dei lavori di ristrutturazione del Teatro alla Scala), rileva la legittimità ad agire in giudizio di Legambiente e Legambiente Lombardia, esistendo un concreto e diretto collegamento tra le ricorrenti ed il patrimonio storico e culturale della regione, di riconosciuta e valenza rappresentativa della comunità locale.

T.A.R. Lombardia – Milano, sez. II, sentenza n. 5802 dell’ 12/11/2004


Link ..

Contatti

FANTIGROSSI STUDIO LEGALE

sede di MILANO

CORSO DI PORTA VITTORIA, n.17
20122 MILANO
TEL. 02.86450084 - FAX 02.867613
studiolegale@fantigrossi.it

FANTIGROSSI STUDIO LEGALE

sede di PIACENZA

LARGO MATTEOTTI, n.7 – PALAZZO BORSA
29121 PIACENZA
TEL. 0523.336694 - FAX 0523.335956
piacenza@fantigrossi.it

Seguici

© 2021 Fantigrossi Studio Legale - P.Iva/C.F.: 00406130336 - Privacy Policy