PROPOSTE DI RIFORMA DELLA GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA

Si apre la consultazione sulle cinque proposte di riforma della giustizia amministrativa illustrate lo scorso 6 aprile nel corso dell’assemblea tenutasi presso il Consiglio di Stato, proposte elaborate dal Comitato tecnico scientifico  e dal gruppo di lavoro costituito “ad hoc”, coordinato dall’avv. Domenico Iaria.

Gli iscritti alle Associazioni aderenti all’Unione potranno formulare ogni osservazione relativa a tali proposte attraverso questo blog o, in alternativa, inviando il proprio contributo al referente della associazione di appartenenza, onde consentire ad UNAA di procedere in coerenza con gli esiti della consultazione. Si tratta di proposte che riguardano: l’applicazione della mediazione nelle controversie in cui sia parte una pubblica amministrazione; l’introduzione del giudice monocratico in certe materie; la sottrazione di una specifica competenza al TAR Lazio; l’istituzione dei Consigli giudiziari nella giustizia amministrativa. A queste quattro proposte, formulate negli allegati al verbale (documenti tutti consultabili nella sezione dedicata del sito ufficiale dell’Unione), si è aggiunta in Assemblea una quinta proposta: quella di rafforzare l’indipendenza del Giudice amministrativo eliminando o limitando la nomina governativa dei Consiglieri di Stato, rafforzando la separazione tra funzioni giurisdizionali e funzioni consultive, limitando gli incarichi fuori ruolo dei Consiglieri di Stato. Tutte proposte su cui ciascuno potrà dare il proprio contributo all’Unione.