Processo amministrativo telematico, le tre sfide 2018

Tre novità di inizio anno aprono dubbi e difficoltà presso gli avvocati. Ecco cosa bisognerebbe migliorare per arrivare a un PAT 2.0.

Dal primo gennaio 2018 il Processo Amministrativo è telematico anche per i ricorsi proposti prima del primo gennaio 2017 e i depositi di atti e documenti vanno eseguiti in forma digitale secondo le regole del PAT (processo amministrativo telematico). Dal primo gennaio 2018 il pagamento del Contributo Unificato si effettua solo con il Mod. F24 Elide. Confermato anche per l’anno 2018 l’obbligo del deposito di almeno una copia cartacea del ricorso e degli scritti difensivi (art. 1, comma 1150 della legge di bilancio 2018).

Continua la lettura cliccando qui