Contro le lungaggini processuali

A cura di Maria Teresa Brocchetto   L’Italia è già stata condannata dalla Corte Europea oltre 1500 volte per violazione del dovere di amministrare la giustizia in tempi ragionevoli e risarcimenti per complessivi miliardi di lire sono stati ottenuti da chi ha subito la lungaggine dei processi italiani. Ad offrire questa possibilità è la Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, firmata a Roma il 4 novembre 1950 e ratificata dallo Stato Italiano con la Legge 4 agosto 1955 n. 848. Essa costituisce infatti lo strumento di tutela, contro gli arbitri degli Stati, di una serie di diritti fondamentali dell’uomo. I diritti garantiti sono enumerati nel titolo II della Convenzione e nei Protocolli n. 1,…

Commento alla L.Reg. Lombardia n. 30/99

Giusto allo scadere del secolo, sul bollettino ufficiale della regione Lombardia del 31 dicembre scorso, è stata pubblicata la legge regionale n. 30/99 che dà applicazione dei principi generali sul procedimento amministrativo e l’accesso agli atti introdotti con la nota legge statale n. 241 del 1990. Si colmano così un ritardo ed una lacuna certamente gravi, se si considera l’importanza di quei principi per la creazione di un rapporto più paritario tra pubblica amministrazione e cittadino e per la lotta alle lentezze e complicazioni che caratterizzano tutt’ora la maggior parte degli uffici pubblici. Il testo della legge regionale riproduce quello della disciplina nazionale sia nella struttura che in gran parte delle singole disposizioni, con qualche differenza, su alcuni degli aspetti…

Procedimento amministrativo ed il diritto di accesso

Il procedimento amministrativo è il mezzo attraverso il quale viene adottato il provvedimento, che, tra i vari atti amministrativi, è quello dotato della capacità di incidere sulle posizioni giuridiche dei cittadini, procurando ad essi vantaggi o svantaggi.   Prima del 1990 non esisteva una disciplina generale del procedimento, il quale era regolato solo con riferimento ad alcuni tipi di atti: la conseguenza di ciò era un’eccessiva discrezionalità della pubblica amministrazione, con la conseguente incertezza nei rapporti tra la stessa ed i privati cittadini.   Con la legge 241, invece, vengono introdotti nell’ordinamento i principi cardine dell’attività procedimentale generalmente intesa, grazie ai quali l’attività amministrativa diviene non solo più trasparente ed equa, ma anche più efficiente ed economica.   Il procedimento…

La risarcibilità degli interessi legittimi

(Dott. Vincenzo Piccarreta)   Premessa   Con la pronuncia in oggetto, come è noto, le Sezioni Unite della Cassazione sanciscono, nei termini che si proverà a chiarire di seguito, il superamento del tradizionale indirizzo che voleva gli interessi legittimi non suscettibili di tutela risarcitoria. Esse abbandonano, inoltre, la regola che poneva quale presupposto dell’accoglibilità della domanda risarcitoria (evidentemente formulata in relazione a danni da lesione di diritti soggettivi) il preventivo annullamento dell’atto produttivo della lesione da parte del g.a..   La definizione della portata pratica della suddetta pronuncia, invero, non può prescindere dalla considerazione del d. lgs. 80/98, che notoriamente amplia l’ambito della giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo, non solo in senso “quantitativo”, ma anche “qualitativo”, poiché prevede che nell’esercizio…

Contatti

FANTIGROSSI STUDIO LEGALE

sede di MILANO

CORSO DI PORTA VITTORIA, n.17
20122 MILANO
TEL. 02.86450084 - FAX 02.867613
studiolegale@fantigrossi.it

FANTIGROSSI STUDIO LEGALE

sede di PIACENZA

LARGO MATTEOTTI, n.7 – PALAZZO BORSA
29121 PIACENZA
TEL. 0523.336694 - FAX 0523.335956
piacenza@fantigrossi.it

Seguici

© 2020 Fantigrossi Studio Legale - P.Iva/C.F.: 00406130336 - Privacy Policy